You are here: /

IMMINENCE: This Is Goodbye

data

02/05/2017
55


Genere: Alternative Rock
Etichetta: Arising Empire
Distro: Nuclear Blast
Anno: 2017

Perché ascolto certe cose? Per lo stesso motivo che mi spinge a guardarmi gustosamente l'ultimo luccicante film Marvel e a pregustare sornione l'epica scazzottata tra Thor e Hulk. È con quello spirito che mi sono piaciuti i primi passi degli Imminence, esordienti nel 2014 con un album molto bello (intitolato 'I') e dal futuro segnato: cantante belloccio, potenza alla Architects e voce bagna-mutande alla 30 Seconds to Mars. In certi generi i limiti tecnici dei gruppi underground mi risultano molto più fastidiosi rispetto a quelli che possono esserci nel black o nel death metal. Per cui indossate anche stavolta gli occhialini 3D e aggrappatevi alla poltrona per 'This Is Goodbye'. Vi dico di aggrapparvi perché il sentimento prevalente sarà quello di fuggire dalla sala e fiondarvi in bagno per mettere due dita in gola, auspicando di vomitare la cena di Natale. E siamo ad aprile. Come per The Charm The Fury, la seconda uscita è un flop. Oppure plof, se vi piacciono i suoni onomatopeici derivanti da deiezioni molto consistenti. Siamo davanti a una totale, assoluta e incondizionata devozione ai Bring Me The Horizon. Anzi, se fossi in Oli Sykes e company terrei d'occhio gli Imminence perché la title track è molto, troppo simile a "Throne". Come avrete capito, le urla e gli sprazzi post hc/screamo sono un lontano ricordo. Siamo immersi in quell'elettronica liquida, ballabile e giovanile presente in 'That's the Spirit', con poca personalità e tanta, tanta preparazione tecnica. Zero profondità, è veramente uno spin-off spudorato. Non mi interessa che Berg canta bene se poi si dimostra del tutto incapace di mettere qualcosa di suo nelle registrazioni. Un minimo di spunto personale? No, sembra impossibile. Languidi sospiri di cui si abusa in tutto l'album, ritmiche sempre blande e pop-rock che i Coldplay e i Linkin Park hanno maneggiato con molta più dimestichezza, è un concentrato di già sentito ai limiti del plagio. Sottolineo che apparentemente è tutto perfetto, brillantinato e patinato, semplicemente non è nulla che va oltre agli ultimi ottimi due album BMTH. E -cosa peggiore- la band svedese non aggiunge neanche un briciolo di farina del proprio sacco. C'è gente che venderebbe un rene per avere dei suoni così perfetti. Certo, poi bisogna riempirli di contenuto, cosa che non è avvenuta in questo caso. È solo un arriverderci per ora, ma se gli Imminence continuano su questa strada l'addio sarà inevitabile.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web