You are here: /

HERETIC (USA): A Time Of Crisis

data

23/07/2012
68


Genere: Heavy Thrash Metal
Etichetta: Metal On Metal Records
Distro:
Anno: 2012

Toh, gli Heretic riemergono dall'oblio degli anni Ottanta. Sì, oggigiorno una reunion non si nega a nessuno, ma questa è particolarmente utile. Prima di tutto bisogna ricordare il primo ottimo album della band, 'Breaking Point', uscito nel lontano 1988 con una line up diversa che poi gira e rigira si era intersecata con quella dei Metal Church. Le vicende videro protagonisti da un lato David Wayne e due degli Heretic che andarono a formare i Reverend, dall'altro il cantante degli Heretic Mike Howe che dall'alto della sua sontuosa prova con la band madre si unisce con i Metal Church per una manciata di dischi nella prima metà degli anni Novanta. Ora il leader e chitarrista degli Heretic Brian Korban richiama all'ovile addirittura il cantante del primo EP Julian Mendez per registrare il presente 'A Time Of Crisis'. La prova della band si discosta dall'esordio per una maggiore violenza e cattiveria: parliamo sempre di heavy metal misto a thrash, ma miscelato talmente bene che non si sa dove inizia l'uno o finisce l'altro. Insomma, siamo perfettamente sulla scia tracciata dai Metal Church. Non si raggiungono i livelli di completezza e appagamento degli autori di 'The Dark', ma non si può ignorare il buon lavoro fatto in questo secondo album degli Heretic. Certo, se avete ascoltato qualsiasi album dei Metal Church (o anche degli Iced Earth), non ci sarà nulla di sorprendente qui dentro per voi, ma l'impressione che si ha è quell di una band che ha fatto il possibile. Infatti la qualità principale di questa release è senz'altro la passione e il trasporto che sono tangibili. In secondo luogo, si nota che le canzoni sono strutturate sapientemente e in modo tale da sembrare meno derivative possibile, tra intro e outro evocative e momenti d'atmosfera non riuscitissimi (l'incipit di "For Your Faith" sa tanto di amatoriale). I riff di chitarra, massicci e serrati, ma non velocissimi o tecnici, piacciono più per la qualità che per la qualità visto che non c'è una grande varietà di fondo e se non ci fossero le necessarie variazioni a livello ritmico staremmo a parlare di un album tutto uguale. Non che il batterista sia un mostro di fantasia, ma la tecnica è più che buona e almeno ha l'accortezza di non abusare del "tu-pa tu-pa" classico o della doppia cassa: anche lui ce la mette tutta e "Raise Your Fist" e la titletrack da headbang furioso sono qui a confermarcelo. Gli assoli sono rapidi e oscuri, di buona fattura, e caratterizzano i brani. Una pecca è riscontrabile nella voce di Mendez: una bomba nelle sezioni arcigne e thrash, fiacca e monotona quando si tratta di essere intonati e melodici. Prestazione altalenante, piatta in pezzi come la già citata "For Your Faith", da incorniciare in "Child Of War".

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Alossez

ALOS
Freakout Club - Bologna

Alos, creatura di luce nuova che si dipana nell’emotività di chi la guarda, la scruta, l’osserva e ne ascolta gli strascichi, il respiro, il suono che ne ingloba lo spazio circostante. Un nuovo progetto, 'The Chaos Awakening', che ritengo d...

Dec 6 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web