You are here: /

HATE ETERNAL: Infernus

data

24/08/2015
88


Genere: Brutal Death Metal
Etichetta: Season of Mist
Distro:
Anno: 2015

A parte i Demiurgon e la sorpresa Krisiun, il death metal non è stato grande protagonista di quest'anno. Ma sarebbe uscito prima o poi il nuovo album degli Hate Eternal, ed era prevedibile che sarebbero stati cazzi amari per tutti, amanti dell'old school, del brutal, del death tecnico, vecchiette e bambini. Ebbene, quel momento è arrivato. Da queste parti l'attesa si era fatta spasmodica, la delusione era dietro l'angolo. Niente del genere, per fortuna. 'Infernus' ha le carte in regola per far riconsiderare lo status della band anche ai detrattori. Questo vuol dire che chi apprezzava almeno un po' l'operato del rosso e della sua band a questo giro rimarrà come minimo estasiato per questa debordante espezienza di violenza che magicamente non stanca mai e si attacca al cervello come una piattola. Come atmosfere siamo dalle parti di I, Monarch. Persino il nuovo batterista, Chason ha uno stile - ovviamente ultra tecnico e brutale all'inverosimile - che in alcuni punti ricorda Derek Roddy, quindi non meno che portentoso. Siamo davanti a una imitazione del capolavoro uscito una decina d'anni fa, direte voi. No, ma Erik Rutan quello è, i pezzi li scrive lui e probabilmente nessun altro ha questo songwriting maturo, che porta a un livello superiore le sue influenze, intersecando tante componenti del death floridiano (per esempio: lo zolfo dei Morbid Angel, le trame degli Immolation, l'impatto dei Deicide) e facendo il botto, anzi i botti, e pure belli pesanti, in tutti i quarantacinque minuti a disposizione. Dispiace aver probabilmente detto delle banalità, ma ci si trova sempre in difficoltà a parlare di qualcosa che ascolteremo ancora e ancora, con fame sempre crescente e consapevoli che è un atto di netta superiorità rispetto a tutto il resto della scena. Anche la produzione fa scuola, e in proposte complesse come questo iper death metal riveste un ruolo essenziale. Basta un niente e va tutto a puttane. Courtesy of Mana Recordings Studios, come al solito, tutto fatto il casa da Rutan, forse il frontman più indaffarato del pianeta (avete idea di quanta gente va a farsi i dischi lì?). Ci vorrebbe un inferno a parte, per gli Hate Eternal: quello "classico" sembra il parco giochi di un asilo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Idles 2022sez

IDLES
Rock In Roma - Roma

A giudicare dal pubblico accorso - un mix ben assortito di nuove leve, vecchi rockers, darkettoni e di qualche ascella pezzata che non manca mai - che ha riempito quasi completamente il Red Stage del Rock in Roma, facendo sì che fossimo praticamente appiccicat...

Aug 2 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web