You are here: /

GASKIN: Edge Of Madness

data

10/09/2012
65


Genere: Hardìn'Heavy
Etichetta: High Roller Records
Distro: H'Art
Anno: 2012

Chi sono i Gaskin? Il classico gruppo a la Pure Steel Records (qui tramite la sottolabel High Roller), nato nel 1980 e sommerso qualitativamente da gruppi molto più fortunati. Un album nel lontano 1981 e un'altro l'anno dopo, poi un silenzio che pochi avranno patito, visto che all'epoca di band come questa ne uscivano veramente tante. La resurrezione della creatura di Paul Gaskin (l'avete capito da dove viene il nome del gruppo, eh?) avviene dodici anni fa, poi una ristampa di 'No Way Out' un paio d'anni fa ed ora questo 'Edge Of Madness'. A parte il riferimento alla pazzia nella catchy "Bedlam", il titolo è davvero fuori luogo. Più che un disco d'ispirazione, sembra piuttosto il rantolo di una band che chissà come è arrivata fino ad oggi, e vuole battere un colpo che pochi sentiranno. Non che il disco sia cattivo, anzi, l'hard rock / proto metal che è fermo con la lancetta biologica al massimo al 1982 è suonato abbastanza bene, nulla che vada a velocità sproporzionate, una consistente dose di groove e tanto calore conferito dalla voce alla Phil Lynott di Paul. Ci sono diversi punti di in cui la band è proprio in palla come l'assolo di "Damnation" rinforzato dagli archi, oppure la strana "Mans' World" che vede praticamente i Def Leppard duettare con chitarre acustiche e sax. Pezzo migliore del disco è "The Contract", dove si sconfina nel metal vero e proprio in un roccioso mid tempo che è dotato di una parte solista da brivido. In genere, tutti gli assoli sono degni di nota. Però la band pare innanzitutto appiattita dietro a Mr Gaskin e la produzione che sarebbe stata superata anche negli anni Ottanta non aiuta. Si sente sapore di stanchezza, dietro composizioni dignitose. E se più di ieri si comprende come il gruppo non fosse proprio da buttare in assoluto, è anche vero che ci sono terribili ragazzini che sono più audaci e intraprendenti di questi dinosauri.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web