You are here: /

FIL DI FERRO: Fil Di Ferro

data

09/02/2017
82


Genere: Heavy Metal
Etichetta: Jolly Roger Records
Distro:
Anno: 1988/2016

Ed eccoci a trattare la seconda ristampa dei Fil Di Ferro, ovvero il secondo album autointitolato ed uscito originariamente nel 1988 per Dischi Noi e qui servirà solamente trattare il contenuto musicale dell'album, dato che: 1) già all'epoca la resa sonora del vinile era più che buona, grazie alla produzione di Guy Bidmead (Coroner, Exciter, Motorhead e Vanadium), 2) la versione originale non è così rara quanto quella del suo predecessore - basti guardare la valutazione della bibbia Discogs - ma comunque la rimasterizzazione rende sempre un pò più ariosa e potente un'incisione di quasi trent'anni fa. Prima di tutto, bisogna segnalare l'ingresso in formazione di Micky Fiorito in luogo di Claudio De Vecchi, stabilendo quella che è la formazione più "classica" dei Fil Di Ferro, quindi notare come il songwriting fosse già maturato rispetto al debutto, con pezzi sicuramente dall'ascolto meno immediato, anche se l'album era aperto dal rifacimento dell'inno "Hurricanes", che se confrontato con la versione originale guadagna vigore grazie all'ottima produzione. I pezzi con più mordente come "Nightmare" o "Dropping Down" erano quelli che più davano l'idea di quanta grinta i Fil Di Ferro riuscissero a sprigionare grazie soprattutto all'energia con cui il cantante Sergio Zara aggrediva il microfono - cosa che poi mancò nei successivi album - , ma è  vero che anche negli episodi più "rilassati" tipo "Crazy Horse" o "Street Boy" ed anche nell'hit "Ambush" si aveva il sentore che la band fosse pronta per il gran salto e l'operato di Micky Fiorito era la ciliegina sulla torta, ma...c'era un ma, i tempi stavano cambiando e per una metal band tout court come i Fil Di Ferro, che oltretutto avevano qui dimostrato una certa inclinazione per il lato più hard della musica dura, arrivare a questo punto solo nel 1988 significava trovarsi fuori tempo massimo e le conseguenze furono tali che Sergio Zara abbandonò la band nel 1991, lasciando a Fiorito il compito di cantare nei successivi episodi, orientati verso un'anima ancora più rock, ma questa è un'altra storia, qui va segnalata ancora l'ennesima riscoperta da parte della Jolly Roger, sempre in prima fila quando si tratta di riportare alla luce gemme nascoste ed anche questo album viene finalmente reso disponibile in cd per la prima volta con un ricco booklet di presentazione. La band, come già detto nella recensione di 'Hurricanes', è ancora attiva, seppur con il solo Michele De Rosa come unico membro originale, quindi aiutiamoli a non sparire e facciamo nostri questi due fondamentali episodi del metal italico!

P.S.: Il pezzo qui proposto è contenuto nell'album, ma si tratta della versione originale non rimasterizzata, è stata pubblicata solo per dare un'idea sui contenuti dell'album.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web