You are here: /

FALLUJAH: Dreamless

data

03/05/2016
74


Genere: Atmospheric Technical Death Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Distro:
Anno: 2016

All'indomani del clamoroso 'The Flesh Prevails' i Fallujah, per non scontentare nessuno, avevano una sola alternativa: sciogliersi. Qualsiasi cosa fosse uscita in seguito, sicuramente non sarebbe stata come quell'album (qui la recensione), un punto di rottura per il metal estremo e fonte di infinite discussioni in rete. È death metal o no? Il nuovo 'Dreamless' in tanti punti ci dice di no, che è un singolo riffone djent a rendersi protagonista ("Face of Death" non la reputiamo più che una mera introduzione), oppure qualcosa di atmosferico e elettronico ("Fidelio" e "Les Silentes", abbastanza noiose e ridondanti, e la leggiadra title track). E allora ci interessa un album del genere, teso a qualcosa di curioso e ammantato di eteree melodie progghettone e al contempo di technodeath all'ennesima potenza? Sì, perché i Fallujah, a parte gli scivoloni sopra menzionati, tengono botta e - pur non confermandosi ai livelli stellari del predecessore - ampliano il loro spettro di influenze e inseriscono parti ancora più accessibili, con vari interventi di voce femminile. Rispetto al passato e tolti quei brani particolari di cui parlavamo sopra non ci sono grosse differenze nella struttura dei pezzi. Ovviamente alla base è tutto un marasma di controtempi e evoluzioni alla chitarra che farebbero venire i crampi a chi malauguratamente volesse provare a fare air guitar o headbanging, ma anche in questo caso le cose sembrano leggermente più semplici e facili da apprendere per l'ascoltatore ("Scar Queen"). Non si tratta di un disco da ascoltare a cuor leggero per coloro che non sono dentro a almeno un paio dei generi citati in queste righe. Sicuramete non sarà accolto bene dai puristi più ortodossi a causa della sua natura eretica, avendo come riferimenti tanti punti molto distanti tra loro: dall'elettronica che man mano si è impossessata dei Bring Me The Horizon al deathcore più violento, dal progressive al technical death. I Fallujah tornano sulla Terra. Normality prevails.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ministry sez

MINISTRY
Villa Ada - Roma

Il concerto dei Ministry è stato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate alternativa romana (se la memoria non ci inganna la prima volta nella capitale per gli americani), in concomitanza con l’uscita del nuovo disco che li ha visti to...

Sep 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web