You are here: /

FAITH: Decades Of Despair

data

15/01/2013
65


Genere: Doom Symphonic Metal
Etichetta: Transubstans Records
Distro:
Anno: 2013

Tra le demo e il primo album serio dei Faith passano diciotto anni. Non sappiamo se si tratta di un record, ma di certo da 'Salvation Lies Within' in poi la band svedese si è ritrovata e con questo 'Decades Of Despair' siamo al quarto dignitoso disco. Il titolo dell'album lascia presagire la natura prettamente doom dell'opera, ma non lasciamoci sviare, in quanto di doom canonico non ne troviamo molto. Semmai viene alternato a momenti folk e ad altri (più frequenti) sinfonici, il che rende l'intero cd alquanto personale. Non fosse altro che per le tematiche trattate, inerenti alla cristianità e alla storia svedese. Lasciarsi sfuggire questo monolite imponente solo per sciocchi preconcetti sarebbe da stupidi. Un modo poco comune di intendere il doom, una ipotetica colonna sonora della ultima cena di Cristo ("Iscariot") oppure -senza alcun riferimento alla religione- dei solidi e un tantino ridondanti colossi da scalare. Si fa subito dura la strada da seguire, con undici minuti di titletrack, che mostra la corda nella ripetizione infinita del ritornello, ma che atmosfera, signori! Con le dovute distanze, una versione illuminata e "gentile" dei Solitude Aeturnus. Pare un controsenso, ma -ribadiamo- se letto alla luce del concept che i Faith decidono di seguire, il tutto ha un significato. Anche perchè i brani più classici ci sono comunque ("Marion Crane" ad esempio), ma sono meglio sfruttate le capacità del gruppo in "Ashes To Ashes" o la magica "Hwila", con toccante voce femminile. Pollice verso per l'interminabile "Codex Dei", che poteva benissimo durare cinque minuti in meno, benchè alcuni spunti come il tocco orientale al sesto minuto e l'assolo siano degni di lode. Chiusura in stile con una celeberrima cover: immaginate "Changes" dei Black Sabbath in vesti eteree e vi avvicinerete a quanto fatto dai Faith.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Tangerine dream new line up

TANGERINE DREAM
Auditorium San Domenico - Foligno (PG)

Nell’ambito della rassegna 'Dancity' (come chiarisce il titolo stesso perlopiù votata alla musica dance), arrivata alla 12° edizione, il giorno 24 agosto abbiamo scoperto una cittadina di raggiante bellezza, vitale, piena di locali e di gente...

Oct 16 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web