You are here: /

FACESHIFT: All Crumbles Down

data

24/04/2015
70


Genere: Modern Metal
Etichetta: Mighty Music
Distro: Audioglobe
Anno: 2015

Sappiamo benissimo che oramai non ci sono più barriere nel mondo metal, così da ciò che hanno fatto importanti band quali Nevermore, Alice In Chains, Pantera e Alter Bridge tanto per citarne alcuni, gli svedesi Faceshift traggono linfa vitale e ci si buttano a capofitto per realizzare il loro secondo album a distanza di otto anni da quel 'Reconcile' che li portava da un certo flavour gothic a questo approccio più moderno. La band di Stoccolma sciorina così tutte le idee che nel frattempo hanno fatto capolino nel loro songwriting, ed a parte un'inizio un po' a singhiozzo, dove il fantasma di certo hard rock moderno sembra prendere possesso dei Faceshift, da "A New Beginning" in poi cominciano a fluire i vari umori e grazie a ritmiche spaccaossa in contraltare con vocals malinconiche e atmosfere cupe, si fa luce il sound della band, forse non personale, ma comunque valido per chi cerca emozioni non scontate, così ecco "Painted Life", malinconica semiballad a cavallo tra i Godsmack più intimisti e i Sanctuary più oscuri, ecco "Of Dignity And Shame" strisciante heavy song con rimandi sia agli Alice In Chains quanto ai Nevermore, ecco "Someone To Be" pezzo cadenzato sul quale aleggia lo spirito del gruppo del povero Dimebag nella suo aspetto più lascivo ed infine ecco " When All Crumbles Down" mesto congedo solo con voce - finalmente a suo agio - arpeggio ripetitivo e tastiere di sottofondo che lasciano un senso di solitudine inqiuetante. Ma come dicevamo poco fa è la voce di Timo Hovinen a non convincere del tutto, dopotutto il confronto con mostri come Layne Staley, Warrel Dane o Phil Anselmo, non si risolve a suo favore, anche in termini di espressività, ecco quindi spiegato il fatto che il singer svedese se la cavi meglio nei momenti più pacati, resta comunque un buon disco, di metal non ordinario e quindi per questo degno di nota, forse spartendo il songwriting più equamente tra vigore metallico e desolata oscurità il risultato potrebbe essere migliore, staremo a vedere!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Vlad sez

VLAD IN TEARS
Exenzia Der Club - Prato

Sabato 3 febbraio, l’Exenzia Der Club di Prato accoglie i Vlad in Tears, con i Diesanera in apertura. La nuova ambientazione rinnovata nei suoi interni, con un palco rialzato tutto nuovo, contribuisce a rafforzare la posizione del locale come uno tra i migliori...

Feb 20 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web