You are here: /

EVIL SHEPHERD: Evil Through Darkness...

data

05/01/2013
63


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Hammerheart Records
Distro:
Anno: 2012

Parlare degli Evil Shepherd come della nuova promessa del thrash europeo pare decisamente azzardato alla luce di questo nuovo disco. L'esperienza di 'Evil Through Darkness...And Darkness Through Death' si gioca su un continuo saliscendi di qualità e di attenzione, che non giova assolutamente alla resa complessiva. Lo si riscontra subito: titoli infantili (quello dell'album su tutti), ma copertina grandiosa di Andrei Bouzikov. Il contenuto ricalca il conflitto tra questi due estremi: da un lato un gruppo che vuole dimostrare di non essere una cover band dei Destruction, dall'altro un sano thrash nero e ai limiti del black ottantiano. Se avremmo fatto i salti di gioia per un album così dinamico e "evil" al posto dello spompo 'Spiritual Genocide', è anche vero che l'ombra dei tedeschi si sente pure troppo. La voce è un continuo scimmiottamento e ció col passare degli ascolti è molto fastidioso. Insomma, 90% Schmier, 5% Tom Araya, 5% qualcosa di malvagio ed assatanato che vorremmo assorbisse tutto il resto (vedi intro di "NecroSorcery"). Il risultato è deleterio: l'ascolto frettoloso ha il solo risultato di far correre il thrasher di turno verso 'Infernal Overkill' e 'Released From Agony'. Eppure, se si ha la pazienza di considerare tutto il resto, possiamo trovare diverse buone idee. I riff -pure non originalissimi- hanno un senso, sono rasoiate old school che sanno combinare perfettamente pesantezza e immediatezza, abbracciano thrash e black senza alcuna remora, ma il peso specifico non è elevatissimo. La sezione ritmica fa di tutto per non appiattirsi su rullante e charleston, effettivamente ci riesce per buona parte del cd, ma quando c'è l'occasione per scorribande spietate non si lascia pregare ed escono fuori bestialità (nel senso buono) come "Christ Denier", "Awake The Beast", o "Darkness Through Death" dalla conclusione slayeriana (una "Raining Blood" versione mitteleuropea, con qualche pregio e difetto di personalità). Della serie: "Va bene, abbiamo rallentato abbastanza, ora lasciamoci andare. D'altronde l'hanno già fatto tanti prima di noi!". Che poi quei "rallentamenti" siano effettivamente pochi e il delirio abbia un retrogusto artificiale, è secondario per gli Evil Shepherd e per i gruppi omologhi. Primario invece per noi che abbiamo l'onere di avvertire chi legge.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web