You are here: /

ETRUSGRAVE: Aita's Sentence

data

24/09/2016
62


Genere: Epic metal
Etichetta: Minotauro
Distro:
Anno: 2016

Spiace sempre criticare una band italiana, ed in particolar modo spiace se la band in questione è quella degli Etrusgrave, ossia il progetto portato avanti da Fulberto Serena, storico chitarrista fondatore dei Dark Quarterer, dai quali si è allontanato nel 1990 dopo aver scritto i primi due album. Spiace perchè, non solo si nota un generale immobilismo nel songwriting ed anche qualche errore di produzione, come la chitarra che nei primi due brani ha un volume più alto rispetto agli altri strumenti, ma anche perchè quando in "North North West" sembra che l'ispirazione sia finalmente arrivata ad un ottimo livello, il brano dura solo 3'14"; intendiamoci, 'Aita's Sentence' è un buon disco, ben suonato - sugli scudi il solismo di Serena - cantato - interpretazione sentita di Sbaragli - e soprattutto con un batterista come il nuovo entrato Stefano Giuggioli, che spicca per la buona prova offerta, ma non decolla, i brani seguono perlopiù lo stereotipo del power cadenzato. Riprova di ciò è l'opener "Anxiety", e solo nella seconda parte ci si addentra nel clima epico creato dalla title track in poi, laddove lo spirito dei Warlord si fa largo prepotentemente, ma rimane il fatto che, a parte le riuscite intro arpeggiate e recitate di "Festering Slash" e della conclusiva "The Guardian", lo svolgersi delle canzoni è abbastanza scontato. Una volta si parlava di disco interlocutorio, ma lo si faceva per gruppi che dovevano ancora farsi conoscere e questo non è il caso degli Etrusgrave, attivi dal 2004 e con un'esperienza da parte di Fulberto Serena che si addentra fino ai leggendari anni ottanta durante i quali ha scolpito indelebilmente l'epic italiano, si può parlare di calo di ispirazione e questo potrebbe essere vero, ma allora perchè aspettare sei anni - tanti ne sono passati dal precedente 'Tophet' - e non riuscire a centrare nel segno? Non vogliamo essere duri con la band toscana, quindi marchiamo 'Aita's Sentence' come un mezzo passo falso che non pregiudica la carriera di una band che, assieme ad Adramelch (R.I.P.) ed agli stessi Dark Quarterer, ha scritto pagine importanti del metal di casa nostra e che sicuramente lo rifarà in futuro, ne siamo certi.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

40b0adfee8

MOGWAI + FRANZ FERDINAND
Auditorium Parco della Musica - Roma

Cosa hanno in comune i Mogwai ed i Franz Ferdinand da unirli in un unica tournee? Musicalmente nulla, se non fosse per la provenienza geografica (Glasgow - Scozia); organizzare un tour del genere massimizza la presenza di pubblico ma non sempre soddisfa il gusto di c...

Aug 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web