You are here: /

DILUVE: WHAT THE HELL…!?!

data

29/10/2012
76


Genere: Heavy metal
Etichetta: Lady music
Distro: Crashsound
Anno: 2012

I Diluve nascono nel 2006 a Bientina, in Toscana, ed a furia di girare le varie feste, con conseguenti abusi di birra e di bestemmie varie, si sono fatti le ossa fino ad arrivare a suonare fuori dall'Italia, grazie anche al loro primo demo 'What the Hell is Diluve..?!?', pubblicato nel 2010. A seguito di ciò iniziarono a riarrangiare i pezzi del suddetto demo e a scriverne degli altri con lo scopo di registrare un album completo ed é così che prende forma 'What The Hell...!!', mixato e masterizzato da Freddy Delirio, tastierista dei Death SS, un album di nudo e crudo heavy metal pieno di riminiscenze punk e N.W.O.B.H.M., a cominciare dalla voce di Andrea Volpi, uno che basa tutto sulla grinta e che se ne impippa bellamente di quanto hanno fatto i vocalist metal degli ultimi trent'anni, risultando in questo sulla stessa lunghezza d'onda di tutti quei cantanti che intorno alla metà degli Eighties hanno scritto pagine indelebili della nostra musica preferita, pur senza arrivare a picchi vocali altissimi. Vengono in mente Grim Reaper, Cirith Ungol, Manilla Road, il tutto farcito con i giri di twin guitars dei primi Iron Maiden. Per referenza ascoltatevi l'opener "Storm Attacks", o l'incalzante "A Sign From Above", ma come avevamo detto in precedenza quà e là fanno capolino influenze punk come nella veloce "Victim Of Venereal", e nell'altrettanto scatenata title track, dove l'elemento dissacrante é presente in maniera evidente e, dulcis in fundo, arriva la lunga ed epicheggiante "Scarecrows (Guardians Of Hellfield)", pezzo che sembra una mosca bianca tanto è diverso dal resto dell'album, ma coinvolgente e ben congegnato. Anche la produzione riporta agli anni '80 tanto é essenziale, senza orpelli o trucchi da studio, e proprio per questo ci piace; e prima di finire é giusto dire che il batterista Gianmarco 'JF' Fiaschi ha abbandonato la band dopo l'uscita del disco, sostituito da Michel Agostini. In conclusione, non sappiamo che mercato possa avere un disco tanto volutamente anacronistico, ma se questo possa servire a riaprire una porta per un ritorno a suoni meno freddi e sintetici, allora ben venga e lunga vita ai Diluve!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web