You are here: /

DEMONIC RESURRECTION: The Demon King

data

18/07/2014
58


Genere: Symphonic Black Death Metal
Etichetta: Candlelight Records
Distro:
Anno: 2014

Il re è morto: inizia così il lungo viaggio attraverso il quarto album dei Demonic Resurrection, band di esperienza ultra decennale e portavoce del metal indiano. Non che siamo esperti di tale scena, ma quantomeno li abbiamo sentiti nominare altre volte, siamo andati a documentarci e qualche loro brano l'abbiamo sempre gradito, come un digestivo. I dischi interi però non erano proprio commestibili: la prolissità e il particolare modo di intendere il black sinfonico riempie presto e per questo motivo andare oltre i quaranta minuti è nocivo. Non solo: si sente che i brani sono eccessivamente annacquati, tanto che se potessimo dare loro una spuntata decisa a certe code, saremmo davanti a un album diverso, meno pretenzioso e presuntuoso. 'The Demon King' si sente hollywoodiano peggio che i Rhapsody e gli ultimi Septicflesh messi insieme, invece di prendere quanto necessario dagli uni e dagli altri, li somma materialmente, quasi aritmeticamente, quindi il pasticcio è garantito. Non sono i cliché a renderlo un disco qualsiasi, ma la direzione presa, che sembra essere un vorticoso giro su sé stessi. Ci sono frangenti in cui ogni musicista sembra fare quello che vuole (la title track), con il rischio cacofonia involontaria dietro l'angolo. Non parliamo di produzione, naturalmente: quella è iper moderna e attenta a tutti i dettagli (anche se con tutte queste tastiere ci si perde un po' e la sostanza non è affatto consistente). Salviamo il primo brano, in particolare, cioè il solo assieme alla melodica "Even Gods Do Fall" e "Facing The Faceless" a entusiasmarci, ma quest'ultima solo a patto di saltare la parte finale e insensata.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer cerberus

MONSTROSITY
Traffic Club - Roma

Un bill decisamente eterogeneo e con poco o nulla in comune se non la devozione all'arte del metallo pesante ad accomunarli. Monstrosity: death metal, The Devil: Industrial Doom, e Cold Snap: Djent/groove Metal. Ai Cold Snap pur...

Jun 14 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web