You are here: /

DARKTHRONE: The Underground Resistance

data

01/03/2013
48


Genere: Heavy Metal
Etichetta: Peaceville Records
Distro:
Anno: 2013

Dite la verità: avete sperato anche voi che gli accordi stentorei dei dieci secondi facessero esplodere le casse con blast beat alla vecchia maniera? Perchè è inutile negarlo, per quanto possano piacere questi nuovi Darkthrone, alla storia ci sono andati pezzi come "To Walk The Infernal Fields" o "A Blaze In The Northern Sky". Ovvio, ma ad alcuni la questione della "coerenza" va troppo a genio e in diversi casi ci ritroviamo a parlare del duo norvegese e ad ascoltare la sua musica principalmente perchè "loro fanno quello che vogliono, loro sono integerrimi". Sono i Darktrhone: tutto va bene, allora. Ma la coscienza ci impone un altro tipo di analisi. Se Nocturno Culto e Fenriz non sono stati sostituiti da due cloni marziani, la band è la stessa che venti e passa anni orsono aveva detto no al death metal, che pure riusciva loro in modo eccellente ('Soulside Journey') perchè volevano andare avanti per la loro strada. Il dubbio che ci affligge da almeno cinque o sei album a questa parte è: quanto riusciranno a protrarre la loro involuzione, in palese contraddizione con quanto componeva il loro spirito originario? Il periodo Punkthrone si è concluso col precedente 'Circle The Wagons', tomba profanata degli anni Ottanta che nascondeva un amore, violento e virulento, per quel periodo, che pensavamo fosse invece odio profondo, se leggiamo 'Transilvanian Hunger' e gli altri come reazione a un certo tipo di musica. Quante volte ancora la strada di questi nuovi (ma paradossalmente ancora più ammuffiti) Darkthrone sarà un eterno ritorno a quanto è stato? Ha senso che l'anacronismo estremo di 'The Underground Resistance' (come se loro credessero di essere davvero underground!) faccia presagire, tra qualche anno, un futuro impregnato di rock anni Settanta? Ma torniamo al presente, anche se il gruppo, riprendendo e ingigantendo schemi del disco del 2010, sembra avere ancora conti in sospeso col metal classico. Speed, proto thrash, heavy metal, tutti deformati dalla loro visione personale di punk, ma stavolta c'è altro, i sopraccigli alzati saranno sempre più, tanto che ci si chiede se davvero c'era bisogno che i Darkthrone si cimentassero in tale melma informe e d'essai. Molte band realmete retro e giovani che hanno qualcosa da dire possono agilmente scavalcare questa release. Impacciata e anchilosata, non vede alcun riff originale, non si fa ricordare per meriti particolari se non per il monstre di tredici minuti "Leave No Cross Unturned", con una linea vocale che sa di King Diamond dei poveri nella strofa e un ritornello che ti viene imboccato col cucchiaino. Tante, tante volte. E via di citazioni, Iron Maiden per alcuni stacchi, Motorhead, Exciter, Celtic Frost. Ma il piatto forte è la forte influenza dei Bathory nella seconda traccia (chitarra acustica, imitazione di epicità ai massimi livelli: "A Fine Day To Die"), addirittura il suono della batteria è il più scarno possibile, se mai qualcuno non avesse colto che i riferimenti vanno proprio a Quorthorn. Penultimo brano alla Candlemass in versione da osteria: siamo alla frutta, se ancora ci basiamo sulla fuffa del loro essere più true dei true. I Darkthrone faranno anche quello che vogliono e solite arrampicate sugli specchi, ma se riuscite ad apprezzare 'The Underground Resistance' non c'è motivo per ignorare il miliardo di gruppetti che suonano più o meno la stessa cosa da molti più anni di loro.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web