You are here: /

DARK SERMON: In Tongues

data

16/04/2013
45


Genere: Deathcore
Etichetta: Nuclear Blast
Distro:
Anno: 2013

Ci vuole fegato, ma proprio tanto, per etichettare i Dark Sermon come "death metal". La Nuclear Blast ci è riuscita, lì evidentemente hanno lo stomaco forte ed hanno la memoria corta perchè quello che chiamano ora death metal non può coincidere con quanto sentito da centinaia di band anni fa. Rifiutiamo categoricamente di credere che il pubblico chieda questo, perchè - ne siamo certi - di tutti questi gruppi, i quali miracolosamente saltano qualsivoglia gavetta, presto non rimarrà traccia. Non che auguriamo la loro fine violenta, semplicemente si arriverà al punto in cui verrà da urlare in coro un "basta!" pieno di rabbia. Abbiamo cercato di riabilitare il fenomeno deathcore, anzi, abbiamo trovato anche qualcosa di buono (che alla fine era quanto di meno vicino a Dark Sermon e company si possa avere nello stesso genere), quindi certo non si parte prevenuti. 'In Tongues' però si denuda come una puttana stanca e ubriaca, mostrando di volerti possedere come avrebbe fatto Malgioglio con la suddetta signorina. Un disco death appunto ti deve possedere, ti deve sbattere in un angolo senza lasciarti respiro. Invece questo non lascia veramente nulla al suo passaggio. Poco vale la copertina (quella sì old school), poco vale il tentativo nella seconda metà della tracklist di smuovere le acque ("The Tree Of New Life" e le parti acustiche/strumentali), perchè come al solito, i modi di scrivere canzoni, per i Dark Sermon come per un sacco di altri gruppi, è lo stesso: rullante ben in evidenza su base pseudo-swedish (ah, quanti danni hanno fatto gli At The Gates, rispetto ai vantaggi!) con melodia tutta uguale, poi breakdown trito e ritrito. Rispetto ai compagni d'etichetta Thy Art Is Murder, più core e meno death americano, con vocal che sanno di metalcore. Il risultato è lo stesso, in ogni caso: ti rode il fegato perchè senti di aver perso tre quarti d'ora della tua vita.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Frontiers rock festival 6sez

FRONTIERS ROCK FESTIVAL VI - DAY 2
Live Club - Trezzo MI

Cala il sipario sulla sesta edizione del FRF 6. Dopo la giornata del sabato che entrerà nella storia grazie all’esibizione straordinaria (unica data europea!) di Alan Parsons Project - da annoverare anche l’ottima performance degli Hardline - ...

May 7 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web