You are here: /

CRYONIC TEMPLE: Into The Glorious Battle

data

08/04/2017
48


Genere: Power Metal
Etichetta: Scarlet Records
Distro:
Anno: 2017

Ma guarda chi si rivede! I Cryonic Temple non pubblicavano un album da nove anni e il nuovo 'Into The Glorious Battle' inaugura la terza fase della loro carriera, dopo alcuni album nei primi anni Duemila assolutamente caricaturali, figli del power metal svedese che andava di moda e pieni di proclami metallici hammerfalliani. Già nel quarto album del 2008 non era più tempo di "Mercenaries of Metal", di "Mighty Warrior" e di strombazzate simili, però probabilmente 'Immortal' era piaciuto solo a me, complice un cantante che non dispensava acuti ridicoli con una vocina molto esile come aveva fatto Glen Metal. Già allora la formazione originale si era decimata, ed ora abbiamo solo il chitarrista Esa Ahonen a fare da collante tra questo moniker e la sua storia. La Scarlet si è accollata un grosso onere accettando di pubblicare questo album, è come se una squadra di Serie A ingaggiasse un trentenne che ha giocato in Serie C tempo fa prima di rimanere svincolato. Si potrebbe addirittura parlare di riesumazione del cadavere dei CT, e come noto ai più, i cadaveri sono soliti puzzare. È inutile metterci della plastica con una produzione moderna, improfumarlo con un cantante nuovo ma allo stesso tempo con la voce bassa, sottile e un po' roca, perché nonostante l'apparente serietà e professionalità questo disco soffre molto. E soffriamo ancora di più noi ascoltatori ad arrivare alla fine dei SESSANTADUE minuti totali. I cambiamenti rispetto a 'Immortal' riguardano anche lo stile adottato perché qui si usa e abusa delle tastiere, che fanno spesso un pastrocchio sinfonico/elettronico di dubbio gusto, mentre per il resto dell'apparato musicale è consolidata come struttura portante l'accoppiata formata dagli elementi base e semplificati che hanno fatto grandi Stratovarius e Rhapsody, con qualche eccezione come la pacchiana trombettina della title track che fa molto Sabaton. Non so se fanno sul serio e credono in quello che scrivono e cantano quando ascolto brani come "This War Is Useless", ballata nebulosa e dall'appeal nullo da tutti i punti di vista possibili e immaginabili, perché l'alternativa è che ci prendono tutti per scemi, ci stanno trollando alla grande. Vicolo cieco.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Lordofthelost 26gennaio2019

LORD OF THE LOST
Exenzia - Prato

A distanza di un anno dalla loro ultima visita in terra nostrana, i Lord Of The Lost scelgono Prato come unica data italiana per far ripartire il tour di Thornstar, ultima fatica in studio della band di Amburgo uscito lo scorso agosto. Ad aprire le danze, i J...

Feb 13 2019