You are here: /

BATTLE DAGORATH: Cursed Storm Of Ages

data

13/05/2013
75


Genere: Black Metal Ambient
Etichetta: ATMF Records
Distro:
Anno: 2013

Certo che sono proprio degli yankee 'sti Battle Dagorath. Esageratissimi. Sembra che facciano la gara a chi ce l'ha più lungo. Il debutto durava meno di un'ora, il che avrà fatto scattare una molla: il seguito due anni fa aveva la massima capienza di un cd audio, ora siamo sconfinati nel doppio album per una durata complessiva di cento minuti tondi. Una corazzata Potëmkin annunciata? No, per fortuna. Semplicemente, la mole di musica che caratterizza 'Cursed Storm Of Ages' è tale da rendere necessari diversi ascolti prima che possa uscire fuori tutto il suo potenziale. È che esce lentamente, e già con un paio di giri nel lettore se ne va via mezza giornata. Quello che possiamo fare è cestinare all'istante le interminabili parti ambient, intro del primo cd e outro di entrambi sono tentativi mal riusciti e senza qualità di creare atmosfera. E già venti minuti, puliti puliti, li abbiamo recuperati. Possono utilizzarsi altresì per andare in bagno, proprio come l'intervallo tra un tempo e l'altro. Se può sembrare strano che tale glaciale opera sia stata registrata in California, non deve omettersi il percorso di crescita che caratterizza il presente lavoro. Più che un doppio album, i Battle Dagorath hanno voluto scrivere il loro magniloquente tributo alla saga tolkieniana, una versione black metal de 'Il Signore Degli Anelli'. Strumentazione tradizionale, stile che comprende le sfuriate classiche e inserisce parti alla Burzum (periodo 'Filosofem), mentre infuria la tormenta e lo screaming si fa confuso e disturbante, come quello di estrazione più depressiva. Come già detto, a parte le pause, è solo un grande affresco tipicamente nordico (Summoning) che domina la scena, come quelli che stanno arrivando dall'Europa orientale da parte di diverse one man band, che con pochi tratti caratterizzano persino brano da quindici minuti ("Interdimensional Passageway Between Worlds"). Se già questa è una grande qualità, l'assenza di ogni tendenza al doom o al folk li rende monolitici e integerrimi.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Meshuggah

MESHUGGAH
Orion Club - Ciampino (Roma)

Gli inventori del djent metal finalmente vengono a sversare la loro furia iconoclasta e corrosiva nella capitale - 19 giugno scorso. Il fine settimana che ha preceduto il live degli svedesi è stato uno dei più impegnativi economicamente e logisticamente...

Jul 6 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web