You are here: /

ALNAMROOD: Enkar

data

03/05/2017
70


Genere: Folk, Black, Thrash Metal
Etichetta: Shaytan Productions
Distro:
Anno: 2017

C'è stato un brevissimo periodo in cui nella lista delle cose da recensire c'erano solo un gruppo panamense e uno saudita. Lì ho avuto la conferma che il metal è una cosa bellissima perché può essere certamente una forma di intrattenimento goduriosa e intensa, ma anche -e soprattutto, per alcuni- un segno. Il metal è rivolta. Il metal è vita nel ribellarsi alla morte. E intendo morte in senso letterale, non come i proclami dell'epic metal. In certi Paesi musulmani la musica metal, come ogni cosa non allineata al pensiero dominante, è fuori legge. Ci sono sanzioni severissime. E nonostante tutto gl AlNamrood sono arrivati al sesto album in meno di dieci anni di carriera. Hanno cambiato cantante ancora una volta e Humbaba è forse il loro migliore acquisto, un vero e proprio arabo pazzo di lovecraftiana memoria che ha una voce lontana dal black metal, che in occidente avrebbero assimilato al folk, ma che qui dentro è quanto di meglio ci possa essere. Gli AlNamrood erano partiti col black grezzissimo e ai limiti della sopportazione, sempre infarcito di suoni orientali e desertici, ora hanno irrobustito il tutto (dal terz'ultimo disco diciamo) e preso a calci le influenze che li facevano sembrare i Melechesh dei poveri. La band si spinge a suonare un black/thrash minimale, animale e diretto, ritualmente cantilenante, in cui si innestano le onnipresenti sonorità da bazar e da esecuzione capitale, conferendo al tutto un'aura di estremo pericolo. Ricordiamolo: pericolo reale per chi si trova in Arabia Saudita o Stati del genere. Scimitarre sferraglianti, teste che rotolano e salmodianti storie di morte e dannazione sono gli ingredienti di 'Enkar', che si meriterebbe un 100 solo per la forza con cui viene fuori l'amore per il metal e per la libertà di Mephisto, Ostron e Humbaba, facendoci dimenticare imprecisioni nella produzione, brani suonati senza una grandissima preparazione tecnica e che sono tutti un po' simili tra di loro. Invece di partecipare al crowdfunding inutile per un pezzentissimo videoclip indie rock da strapazzo, fatevi un giro nello store di Shaytan Productions, ché con 50 euro vi portate a casa l'intera discografia Al Namrood.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web