You are here: /

ALEX DE ROSSO: LIONS & LAMBS

data

08/04/2013
75


Genere: Hard Alternative Rock
Etichetta: Defox Rec.
Distro: Andromeda Relix
Anno: 2013

Ritorna a distanza di undici anni dal precedente 'The Thin Line Between Black And White", uno dei migliori chitarristi hard rock italiani di sempre, Alex De Rosso, che ha iniziato sostituendo l'altro Alex nei Dark Lord, Masi of course, si é via via creato una intensissima carriera di musicista, turnista e non, partecipando ad album di Kelly Hansen degli Hurricane e Joseph Williams dei Toto, produttore, con collaborazioni illustri, tra le quali si segnalano Roberto Tiranti e Kevin Chalfant dei The Storm e nel frattempo ha fatto parte di un gruppetto americano, tali Dokken, qualcuno li ha mai sentiti nominare? Ed é proprio la band di Don Dokken la principale fonte di ispirazione di questo quarto album solista per il chitarrista padovano, a partire proprio dall'opener "Disappear" cantata guardacaso dall'ormai quasi afono Don, che riesce quasi a rovinare quello che è un pezzo bomba, di quelli che i Dokken scrivevano negli anni d'oro, meglio va dove Alex fa da solo, con una voce non particolarmente pulita, ma graffiante come le molte influenze alternative-grunge richiedono, a partire dalla successiva "Resistance", in cui questi germi cominciano a contaminare il patinato hard classico di stampo americano, cosa ancora più evidente in "Rise My Life", con Reb Beach alla solista e in "It Doesn't Matter Now", hard con le palle fumanti con solismi alla Van Halen e atmosfera che richiama più e più volte gli Alice In Chains, tributati giustamente in chiusura con la cover della stupenda "Them Bones" tratta dall'altrettanto fantastico album 'Dirt'. Da segnalare "Feel The Hope" dove presta il suo apporto l'altra anima dei Dokken, George Lynch, song strisciante e quasi inquietante, che fa da contraltare alla melensità di "Chasing Illusions", cantata (e si sente!)da quel Timothy Drury che ha collaborato sì con gli Whitesnake, ma come tastierista, "Another Million Years" è un'altro pezzo tranquillo, acustico, che stempera un pò la tensione, mentre laddove dà il suo apporto solista Steve Lukather dei Toto, cioè "Something About You & Me", si risale verso un hard ben solido, ma melodico al punto giusto. Quindi 'Lions & Lambs' non è un disco solo per fanatici del chitarrismo sfrenato, ma si rivela un buon disco dalle mille sfaccettature, beninteso tutte rivolte all'hard rock, speriamo solo che ora Alex non aspetti altri undici anni!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Col

CULT OF LUNA + BRUTUS + A.A. WILLIAMS
Alcatraz - Milano

Sarebbe stato a dir poco entusiasmante poter assistere ad un live dei Cult of Luna assieme a Julie Christmas, i quali hanno costruito insieme quel gioiello che è stato l’album ‘Mariner’. Purtroppo, questa collaborazione si è tradotta i...

Dec 6 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web